Che lavoro può fare

Che lavoro può fare un perito agrario

Sempre più studenti scelgono la scuola e il diploma di agraria. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un’inversione di marcia dei più giovani: se prima si ambiva la grande città, l’affascinante vita metropolitana, oggi a causa della crisi e di un mercato del lavoro sempre più frenetico e senza spazi, molti giovani lasciano tutto e tornano a lavorare nei campi. Un perito agrario, ovviamente, non è solo questo. Che lavoro può fare il perito agrario? Vediamo alcune idee di carriere interessanti e non necessariamente nella natura.

Che lavoro può fare un perito agrario

Un perito agrario può svolgere diverse mansioni e lavorare in varie posizioni all’interno del settore agricolo e agroalimentare. Alcuni dei lavori tipici che un perito agrario può fare includono:

  • Consulente agricolo: può lavorare come consulente per agricoltori, aziende agricole e cooperative, fornendo supporto e consigli tecnici riguardo a pratiche agricole, coltivazioni, allevamento, uso di macchinari e tecniche di gestione.
  • Tecnico agricolo: come tecnico agricolo, il perito agrario può essere coinvolto nell’organizzazione e nella gestione delle attività agricole, aiutando a pianificare e monitorare la produzione, la raccolta e le operazioni agricole quotidiane.
  • Vendita e distribuzione di prodotti agricoli: può lavorare nel settore della vendita e distribuzione di prodotti agricoli, agroalimentari e fitosanitari, collaborando con aziende che producono e commercializzano sementi, fertilizzanti, pesticidi e altri prodotti correlati.
  • Responsabile qualità e sicurezza alimentare: può essere coinvolto nel monitoraggio della qualità e della sicurezza degli alimenti, lavorando con aziende agroalimentari per garantire il rispetto delle normative e delle procedure standard.
  • Tecnico di laboratorio agricolo: in laboratori di analisi agrarie, il perito agrario può svolgere analisi chimiche, fisiche e microbiologiche su campioni di terreni, piante e prodotti agricoli.
  • Ricerca e sviluppo: può lavorare in enti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo, contribuendo alla scoperta di nuove tecniche colturali, nuovi prodotti o soluzioni innovative per affrontare sfide agricole.
  • Agronomo: l’agronomo è responsabile della gestione e dell’ottimizzazione delle risorse agricole, cercando di migliorare la produttività e la sostenibilità delle colture agricole.
  • Docente o formatore: può anche intraprendere una carriera nell’insegnamento o nella formazione, condividendo le proprie conoscenze e competenze con studenti o operatori del settore agricolo.

->LEGGI ANCHE

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!