Visual Merchandiser: chi è, cosa fa, quanto guadagna?

Nel mondo della grande distribuzione, ma anche nelle piccole catene di abbigliamento, una delle figure più importanti è senza dubbio il Visual merchandiser. Si tratta di una professione che ai più non dice nulla, ma è una vera e propria figura chiave per i marchi che fanno dello storytelling visivo una dimensione creativa e di impatto per i loro clienti. In questa guida completa vi spiegheremo chi è, cosa fa e quanto guadagna in Italia questo professionista.

Cosa fa e chi è il Visual Merchandiser

Il Visual Merchandiser è una figura chiave nel mondo della moda e le sue radici sono molto antiche. È un professionista che si occupa di organizzare ed esporre i prodotti all’interno di una vetrina o di un’area commerciale. Spiegata in parole ancora più semplici, questo profilo concentra il suo lavoro e la sua creatività in tutti quei luoghi nei quali cliente e prodotto hanno il loro primo incontro. Capite, dunque, che si tratta di un ruolo rilevante e richiede un certo grado di responsabilità. Deve curare i prodotti dal punto di vista visivo, orientando le scelte del cliente e mantenendo al contempo l’identità del marchio. Gli elementi cardine della sua mansione includono molti aspetti che abbracciano sia il ramo delle vendite sia la comunicazione visiva, sia la pianificazione delle attività promozionali che gli aspetti commerciali.

Come diventare Visual Merchandiser

Le basi tecniche per poter avviare una carriera in questo settore includono molte nozioni. Non è necessario frequentare accademie o istituzioni, anche se esistono corsi di formazione specializzati in questa professione. Tante conoscenze, anche apprese con l’esperienza e la passione, possono concorrere nella realizzazione di questo sogno. Alcuni esempi? Cultura visiva, psicologia, sensibilità artistica, conoscenze del mondo del marketing. Potremmo andare avanti ancora molto, ma sono solo esempi che possono aiutarvi a capire se questa professione vi piace sul serio.

Dove lavora il Visual Merchandiser

Per questa professione avete, letteralmente, l’imbarazzo della scelta. Il Visual Merchandiser è un professionista del Visual Diplay ed è molto richiesto in tanti ambiti della moda e dell’abbigliamento. Potete trovare lavoro sia nella moda, ad esempio nelle sfilate, sia nel settore commerciale, all’interno dei negozi di abbigliamento, durante le fiere, nelle esposizioni e nell’arredo di spazi pubblici. È un settore davvero variegato che vi garantisce un ampio margine di manovra.

Quanto guadagna un Visual Merchandiser

Come per molte altre professioni da svolgere in modo individuale, anche per il Visual Merchandiser esistono diverse strade da poter percorrere. Potete inviare il curriculum nelle più grandi catene di abbigliamento ed essere assunti con contratti a tempo determinato o indeterminato. Ciò può dipendere dalle esigenze dell’azienda. In questo caso lo stipendio può variare da un minimo di 600 euro a un massimo di 1800 euro netti al mese, a volte anche di più.

Oppure, potete intraprendere questa carriera in modo autonomo con una partita iva. Qui la domanda sorge spontanea: come aprire una Partita Iva e gestirla senza spendere troppo? Esistono molte realtà in questo settore che possono darvi una mano. Un esempio è Fiscozen, una piattaforma online di assistenza fiscale che vi aiuterà passo dopo passo ad aprire e a gestire la vostra partita Iva a costi accessibili. È un servizio ‘tutto incluso’ sia per professionisti che per imprese individuali. Nulla di più semplice. In questo caso, i guadagni sono di gran lunga più elevati e possono arrivare anche a 60mila euro all’anno. Dunque, cosa state aspettando? Siete creativi, amate la moda e volete mettervi in gioco? Allora il Visual Merchandiser è il lavoro della vostra vita!

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!