Come diventare bidello: concorsi e requisiti

Come diventare bidello in Italia? La maggior parte di coloro che cerca lavoro come collaboratore o collaboratrice scolastica, crede che esista un solo modo per poterlo diventare: partecipare ed essere inseriti nei famosi concorsi ATA. Il personale ATA si occupa delle mansioni amministrative, gestionali, strumentali e operative ed è composto da ausiliari, tecnici e amministrativi. Questo mestiere è molto ambito da chi ha un livello di istruzione medio-basso, tipicamente il diploma professionale triennale, per via degli ottimi orari e dello stipendio, oltre che per il contratto a tempo indeterminato. Vedremo fra poco che non è così e che si può essere assunti per questo ruolo anche attraverso strade alternative.

->LEGGI ANCHE Lavorare come corriere: requisiti e offerte di lavoro

Mansioni, orario di lavoro e stipendio

Vediamo più nel dettaglio cosa fa un collaboratore o collaboratrice scolastica. Le mansioni che andrà a svolgere saranno le seguenti:

  • Apertura e chiusura degli edifici scolastici
  • Assistenza didattica alle lezioni
  • Identificazione di sconosciuti che entrano nell’istituto
  • Controllo delle attività degli alunni
  • Offrire aiuto a studenti con disabilità
  • Interfacciarsi con i docenti e il personale

Per quanto riguarda l’orario di lavoro, generalmente si attesta sulle 36 ore settimanali distribuite su 6 giorni alla settimana, salvo casi particolari. Il lavoro viene espletato al mattino e raramente si protrae fino a pomeriggio inoltrato. In ogni caso i turni di lavoro possono essere stabiliti in modo diverso a seconda delle necessità e il contratto di lavoro può variare dal part-time al full-time.  Per quanto riguarda lo stipendio di un bidello, questo si basa sulle ore di lavoro sul contratto di assunzione. Secondo il CCNL del personale ATA, i collaboratori scolastici a tempo pieno possono arrivare a 14903 euro lordi all’anno, più o meno 1100 euro netti al mese più la tredicesima.

Come diventare bidello: iter da seguire

Per poter diventare bidello è necessario seguire un procedimento burocratico basato su due differenti procedure, legate alla maturazione o meno di 24 mesi di anzianità, anche non continuativa, all’interno di istituti scolastici, anche più di uno. Vediamo nel dettaglio le due procedure.

Chi ha maturato 24 anni di anzianità

Nel caso in cui si abbiano 24 mesi di anzianità maturati presso uno o più istituti scolastici, è possibile partecipare ai bandi ATA emanati dalle regioni. Il soggetto dovrà quindi attendere la pubblicazione del bando, dopodiché, previo rispetto dei requisiti richiesti, potrà formulare la domanda per rientrare nella graduatoria. Nel caso in cui il soggetto sia già in graduatoria, può ottenere l’aggiornamento del punteggio e dei titoli.

La domanda dev’essere presentata secondo i termini previsti dal bando e può essere redatta con l’ausilio di uno dei seguenti moduli:

  • B1: per chi fa domanda la prima volta
  • B2: per richiedere l’aggiornamento di punteggio e titoli
  • F: in caso di rinuncia a un’offerta di lavoro a tempo determinato
  • H: nel caso in cui si voglia usufruire dei diritti spettanti secondo la Legge 104/1992 che tutela i soggetti con disabilità

I modelli compilati dovranno essere inoltrati all’ambito territoriali della provincia di interesse. Le modalità di invio accettate comprendono la consegna a mano, la posta raccomandata e quella telematica PEC.

Una volta ultimato l’invio, è necessario terminare la procedura iscrivendosi alla piattaforma Polis del Miur e compilando i seguenti modelli:

  • Modello G: per l’inclusione in prima fascia
  • Allegato G: per scegliere le sedi di interesse in cui essere assunti

Chi non ha maturato 24 mesi di anzianità

Discorso diverso per chi, invece, non ha maturato almeno 24 mesi di anzianità presso uno o più istituti scolastici. In questo caso è necessario farsi inserire nelle graduatorie di terza fascia presentando la relativa domanda. Da questa fascia, infatti, i dirigenti attingono per supplenze e assunzioni con contratti a tempo determinato. Sarà in Miur a comunicare le modalità e i tempi di aggiornamento della graduatoria. Di norma i tempi di attesa sono di durata triennale.

Successivamente, il soggetto dovrà iscriversi alla piattaforma Polis del Miur e operare la scelta degli istituti nei quali desidera lavorare. Può sceglierne fino a 30 fra quelli presenti nel territorio della provincia di riferimento. La domanda di immissione in graduatoria dovrà avvenire tramite la compilazione dei seguenti modelli:

  • Modello D1: se è la prima volta che presenta domanda
  • Modello D2: nel caso abbia già presentato domanda in passato

Anche per questi modelli valgono le stesse modalità di invio: consegna a mano, tramite posta raccomandata o via telematica PEC.

I requisiti richiesti per partecipare ai concorsi per bidelli

Come tutti i concorsi di Stato, anche quelli ATA sono soggetti a degli specifici requisiti che i candidati devono seguire:

  • Cittadinanza italiana o di uno stato UE
  • Non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso la pubblica istruzione
  • Non aver ricevuto condanne penali e non avere procedimenti penali in corso
  • Pieno godimento dei diritti civili e politici
  • Età compresa fra i 18 e i 66 anni
  • Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva

Per quanto riguarda il titolo di studio, il soggetto deve possedere almeno uno fra i seguenti diplomi:

  • Professionale triennale
  • Maestro d’arte
  • Scuola magistrale per l’infanzia
  • Maturità

->LEGGI ANCHE Lavorare come OSS: formazione e offerte di lavoro

Come diventare bidello: le 3 alternative

Come avevamo accennato, non esiste solo il concorso ATA per poter diventare bidelli. Ci sono almeno tre alternative valide:

  • Le aste: bisogna iscriversi all’ufficio di collocamento presenti nei Centri per l’Impiego delle province di riferimento. Nel momento in cui l’istituto procede alla formulazione delle liste, l’interessato può recarsi presso l’istituto scolastico munito di modello ISEE e carta di identità.
  • La messa a disposizione: può essere sfruttata per coprire un posto vacante. L’invio della candidatura è analogo ai concorsi: consegna a mano presso l’istituto, raccomandata o telematica PEC. Questa alternativa non è soggetta a graduatorie o scadenze.
  • Scuole private: un’ultima possibilità è rappresentata dalle scuole private. Queste non promuovono bandi, ma assumono in totale autonomia il personale.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

31 pensieri riguardo “Come diventare bidello: concorsi e requisiti

  • 20 Giugno 2020 in 10:11 pm
    Permalink

    Non sono iscritta in nessuna lista per poter fare la bidella, mi sono Diplomata con 86, chiedo come posso iscrivermi.

    Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 10:19 am
    Permalink

    come scaricare modello b1 perche prima volta che faccio domanda

    Risposta
    • 21 Giugno 2020 in 9:52 pm
      Permalink

      Come faccio a scaricare il modello b1? Grazie

      Risposta
      • 22 Giugno 2020 in 9:30 pm
        Permalink

        Io ho fatto la bidella dal 1994 al 1995 in piscina
        E poi x diversi mesi in una scuola elementare….sono di Piossasco e sarei interessata (gentilmente nei dintorni) aspettando risposta ringrazio….. finocchiaro fiorella

        Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 9:19 am
      Permalink

      Buongiorno, dovrei scaricare il modello B1

      Risposta
    • 21 Giugno 2020 in 3:34 pm
      Permalink

      Ho bisogno di lavorare perché il lavoro mi piace con passione

      Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 11:35 am
      Permalink

      Buongiorno sono un uomo di 46 anni, a settembre 2019 ho subito un trapianto di fegato, oggi sto bene, faccio il pizzaiolo da parecchi anni e sono stanco di lavorare di sera fino a tardi. Chiedevo gentilmente se fosse possibile ricevere informazioni per fare domanda per bidello. Grazie mille

      Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 6:18 pm
      Permalink

      Se mi potete aiutare x presentare la domanda come bidello x la prima volta non di’ come fare nessuno mi aiuta

      Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 12:12 pm
    Permalink

    Con la legge 68/99 che possibilità ci sono non avendo un diploma triennale ma solo il diploma di licenza media inferiore?

    Risposta
    • 21 Giugno 2020 in 5:56 pm
      Permalink

      Ho la legge 68/99,sono diplomata cosa devo fare per fare domanda per la prima volta per bidella ?

      Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 3:25 pm
    Permalink

    Come e possibile effettuare la domanda da bidello?

    Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 1:41 pm
      Permalink

      Come posso avere la domanda b1 grazie

      Risposta
    • 26 Luglio 2020 in 11:56 am
      Permalink

      Ciaosono alessia ho lavorato già nelle scuole sarei interessato come bidella

      Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 4:05 pm
    Permalink

    Posso ricevere il modello per la domanda la prima volta?

    Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 5:13 pm
      Permalink

      Vorrei tanto lavorare come bidella.cosa devo fare

      Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 8:27 pm
    Permalink

    Come fare per diventare bidello sono disabile ho in invalidità all’ottantacinque per cento cosa devo fare?

    Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 8:56 pm
    Permalink

    buonasera sono un’assistente educativo lavoro presso l’asilo nido d’infanzia di Torino. Sono iscritta dal 2000 nella terza fascia come collaboratore scolastico e amministrativa. Ad oggi non mi hanno ancora chiamato, cosa posso fare per accelerare la pratica? Sono diplomata. Grazie Sonia

    Risposta
  • 21 Giugno 2020 in 9:16 pm
    Permalink

    Sono con disponibile o 58 anni il lavoro che faccio non lo posso piu fare

    Risposta
    • 22 Giugno 2020 in 12:17 pm
      Permalink

      Cosa devo fare per iscrivermi per la prima volta…

      Risposta
  • 22 Giugno 2020 in 1:36 pm
    Permalink

    E x nn ha mai avuto a che fare cn scuole cosa bisogna fare

    Risposta
  • 22 Giugno 2020 in 3:04 pm
    Permalink

    Salve,
    ho 61 anni e disoccupato da marzo.
    Vorrei sapere quale tipo di documentazione è richiesta per fare domanda di bidello per la prima volta.
    In attesa di un cortese riscontro
    Grazie dell’attenzione
    Paolo Di Ermenegildo

    Risposta
  • 22 Giugno 2020 in 8:29 pm
    Permalink

    Diplomata vorrei partecipare ai bandi, cosa devo fare?

    Risposta
  • 23 Giugno 2020 in 12:05 am
    Permalink

    Posso fare domanda come bidello, ho modello isse basso se ci vuole per forza il diploma (ho licenzia media obbligo). Ci si può rivolgere anche al centro per l’impiego.

    Risposta
  • 24 Luglio 2020 in 2:45 pm
    Permalink

    Vorrei fare domanda come bidello

    Risposta
  • 9 Agosto 2020 in 4:54 pm
    Permalink

    Vorrei sapere se per fare la domanda di operatore scolastico la licenza media non basta ,
    ci sono altre possibilità che io non conosco…??
    grazie

    Risposta
  • 28 Agosto 2020 in 11:16 pm
    Permalink

    Salve sono disoccupata ho 52 anni sarei interessata per Bidella su firenze città , licenza media inferiore.

    Risposta
  • 9 Settembre 2020 in 12:37 pm
    Permalink

    Buongiorno sono diplomata come operatore turistico, ho la legge 68, non ho mai fatto la bidella, come si fa domanda?

    Risposta
  • 18 Settembre 2020 in 8:02 pm
    Permalink

    Salve buonasera a tutti, purtroppo ho la licenza media, vorrei fare la domanda come bisogna fare?
    Sono iscritta al centro d’impiego da 18anni, qualcuno mi può aiutare? Grazie

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!