Riforma pensioni: si va verso Quota 103?

Da quando la nuova intesa è salita al Governo, non senza polemiche, molte carte in tavola potrebbero cambiare per quanto riguarda la riforma penisoni e i vari trattamenti pensionistici. La Quota 100, tanto osteggiata da più parti, potrebbe essere abolita già dal 2020 nonostante sia stata finanziata fino al 2021. L’intesa PD-M5S vorrebbe, infatti, modificarla dando maggior rilievo ad altre misure, come l’Opzione Donna o la più gettonata Ape Sociale. Per questi motivi si comincia a parlare di una probabile Quota 103.

->LEGGI ANCHE Come versare i contributi volontari e quanto costano

Quota 100 diventerà Quota 103?

Per ora la Quota 100 non verrà toccata. Ricordiamo che si tratta di una misura voluta dalla Lega con l’appoggio del M5S per garantire l’uscita anticipata dal mercato del lavoro con 62 anni di età e 38 di contributi. Per ora ha favorito soprattutto il comparto pubblico di due settori specifici, sanitario e scolastico, non senza lasciare dietro di sé numerose polemiche sia in merito alla sua sostenibilità finanziaria, sia al successo effettivo che ha suscitato, giudicato scarso. Proprio in virtù di questi primi risultati non proprio eccezionali, il Governo attuale guidato dal PD e dal M5S vorrebbe mettere mano alla misura modificandola o, addirittura, abolendola già a partire dal 2020. In questi giorni, però, si parla anche di possibili correttivi che porterebbero Quota 100 a diventare Quota 103.

Le tre possibilità per Quota 100

Per ora in campo ci sono tre possibili vie: Quota 100 rimane inviariata e va avanti fino al 2021, Quota 100 viene abolita in toto oppure modificata con alcuni correttivi. Il M5S non sarebbe d’accordo con l’ultimo caso e preferirebbe continuare con la misura fino al termine della sperimentazione, mentre il PD vorrebbe abolirla o, almeno, applicare alcuni correttivi, tra i quali l’unificazione delle finestre d’uscita fra pubblico e privato. Il risparmio sarebbe di almeno 600 milioni di euro. Lo scontro rimane aperto: Di Maio difende la misura e vuole che rimanga integra, mentre Italia Viva e il PD vorrebbero modificarla. Per ora non resta che attendere gli utlimi sviluppi.

->LEGGI ANCHE Come calcolare quando andare in pensione

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!