Curriculum scartato: 4 motivi per cui succede

Curriculum scartato? Niente panico. Si tratta di una situazione estremamente comune per i candidati in cerca di un lavoro. Si prepara il curriculum vitae, si scrive una buona lettera di presentazione – almeno per noi –  e si spedisce tutto via e-mail. Un candidato mediamente invia una decina di curriculum al giorno quando cerca un impiego e la maggior parte di questi invii finisce nel cestino. Questo accade per dei motivi precisi, il più delle volte, e non sempre hanno a che fare con il ruolo in sé. Vediamo quali sono.

->LEGGI ANCHE 7 modifiche da fare al curriculum quando hai maturato esperienza

4 motivi per i quali il curriculum viene scartato dal selezionatore

1) Lunghezza eccessiva: il trend degli ultimi anni lo ha evidenziato efficacemente, i datori di lavoro preferiscono curriculum brevi, sintetici, capaci di inquadrare subito il candidato e le sue abilità. Un selezionatore regala circa 30, massimo 45 secondi del suo tempo ad analizzare un CV. In questo arco di tempo il nostro documento deve risultare accattivante e capace di rispondere una sola domanda: quali benefici apporto come candidato all’azienda?. La lunghezza giusta? Una, massimo due pagine per i ruoli altamente qualificati

2) Il curriculum scartato non parla della cosa giusta: molti candidati, diciamo anche la maggior parte, crede che un buon curriculum debba parlare di loro. Niente di più sbagliato. Il soggetto deve essere il datore di lavoro o l’azienda. Bisogna adottare una tecnica che faccia capire al datore di lavoro che con noi le cose miglioreranno, che apporteremo benefici all’azienda. Al selezionatore non interessa quanto siamo bravi e intraprendenti. Vuole capire se portiamo risultati, se siamo un elemento utile per la squadra.

3) Offerta di lavoro non pertinente: non si può pensare di inviare lo stesso curriculum a ogni azienda. Bisogna variare, scrivere diversi, ognuno basato sul ruolo per il quale ci si candida. Solo così si potrà centrare l’obiettivo. Se le esperienze lavorative sono diverse dall’offerta di lavoro, il curriculum scartato sarà l’unica risposta che si potrà ricevere.

4) Design scadente: anche l’occhio vuole la sua parte. Un layout efficace, l’interlinea nel modo giusto, l’elenco puntato, sono tutte caratteristiche che colpiscono e rendono il candidato un valido elemento agli occhi del selezionatore. Bisogna quindi curare la parte grafica almeno quanto il contenuto stesso, posizionando le parole chiave nei punti giusto ed evitanto di dilungarsi troppo su quelle parti che non hanno molta presa sul selezionatore.

->LEGGI ANCHE Usare il curriculum Europass non vi farà trovare lavoro

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!