Pensioni: “Superamento della legge Fornero, non eliminazione”. Cosa significa?

Tra il vicepremier leghista Matteo Salvini e l’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero, lo scontro sulla riforma delle pensioni non è ancora finito. Tra un anno ci sarà la resa dei conti e potremmo valutare, dati alla mano, i reali effetti della controrifora voluta dal Governo Conte. L’introduzione della Quota 100 dovrebbe essere solo questione di tempo, ma ancora non ci sono certezze sui dati: penalizzazioni al massimo dell’8 per cento o, come dice l’Ufficio Parlamentare di Bilancio, fino al 34 per cento? Tutto da chiarire, ma nel frattempo l’esponente del M5S Emilio Carelli ha sottolineato una differenze che sta creando non pochi dubbi: il superamento della legge Fornero non è eliminazione? Facciamo chiarezza.

->LEGGI ANCHE Le 10 soluzioni per andare in pensione nel 2019

Pensioni: scontro fra Salvini e Fornero

Durante la trasmissione StaseraItalia, il tema della Quota 100 è stato nuovamente al centro del dibattito televisivo. L’Inps, in particolare il Presidente Tito Boeri, continua a lanciare i suoi ammonimenti che, a quanto sembra, vengono completamente ignorati dall’Esecutivo. L’Unione Europea considera la Legge Fornero un vero e proprio punto di riferimento, ma il Governo Conte, a colpi di deficit, non guarda in faccia a nessuno. Per Elsa Fornero: “Lui parla solo per slogan. Vorrei domandargli se ha un’idea di come cambierà la popolazione italiana. Le riforme delle pensioni non si fanno sull’anno, ma guardando al futuro“. Matteo Salvini ha ribattuto senza mezzi termini: “In un paese normale la Fornero chiederebbe scusa e tacerebbe perché ha fatto una riforma disastrosa. Lasciateci lavorare. Io bado alla sostanza e non alla forma, questo me lo spiegheranno i tecnici“. Salvini chiude dando appuntamento alla Fornero tra un anno, per vedere i risultati della controriforma

Pensioni, Carelli (M5S): superamento e non eliminazione della legge Fornero

L’esponente del M5S, Emilio Carelli, intervenuto in studio durante la trasmissione, ha sollevato un punto molto importante riguardante questa controriforma delle pensioni. Il principio sarebbe semplice: “Superamento della Legge Fornero e non eliminazione. Quota 100 permetterà liberamente alle persone di scegliere di andare in pensione“. Ma cosa significa questa frase? A quanto sembra, la legge Fornero rimarrà anche il prossimo anno, non verrà abolita, non verrà cancellata. Con ogni probabilità verranno offerte delle alternative, ma la maggior parte dei provvedimenti posti in essere da questa riforma saranno ancora validi e attivi. Verranno aggiunte delle possibilità che poi, nella realtà dei fatti, è una: Quota 100 con dei paletti e delle penalizzazioni non ancora del tutto chiare. Significa che saremo ancora punto e capo?

->LEGGI ANCHE Quota 100: chi può richiederla prima del 2019?

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Un pensiero riguardo “Pensioni: “Superamento della legge Fornero, non eliminazione”. Cosa significa?

  • 20 Novembre 2018 in 1:15 pm
    Permalink

    Carissimo Salvini siamo stanchi di senture solo chiacchiere vogliamo i fatti noi vi abbiamo votato per dare una svolta a queste ingiustizie nei nostri confronti, noi che abbiamo lavorato da piccoli vogliamo i nostri diritti e doveri di andare in pensione con 41 anni effettivi, basta con le puttanate dimostrate di avere i coglioni, ringraziate coloro che vi anno votato per dare una svolta , che cazzo continuate a fare se non siete capaci? Presto tornerete a casa se non fate qualcosa per mandare a casa chi ha 41 effettivi

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!