Pensioni: contributi a rischio, ecco come non perderli

La prescrizione vale anche per le pensioni: con questo termine si indica l’estinzione del diritto entro i termini prescritti dalla legge nel caso in cui il titolare degli stessi non lo eserciti. Nel caso delle pensioni, questo lasso di tempo è variabile, ma generalmente, per i contributi, si attesta sui 5 anni. Questo lato del tema pensionistico non tutti lo conoscono e bisogna quindi essere a conoscenza del fatto che i contributi versati all’Inps e non rivendicati dal soggetto, in questo caso il lavoratore, entro 5 anni, si perdono per sempre. Ma è possibile porre rimedio, vediamo come.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI

Pensioni: i cambiamenti del 2019

A partire dal 1° gennaio 2019, tutti i contributi ex Inpdap non accreditati sul fondo dell’Inps cadranno in prescrizione. Da quella data in avanti, infatti, l’Inpdap è stato ufficialmente soppresso e tutta la gestione riguardante i fondi previdenziali è stata messa nelle mani dell’Inps. In questo passaggio, quindi, può capitare che ci siano dei contributi che potrebbero essere andati persi. Ad esempio, i dipendenti pubblici, i quali si sono accorti di questo problema, hanno ricevuto dall’Inps le rassicurazioni sul caso e presto i contributi verranno regolarizzati. In ogni caso, però, è bene affrettarsi ed eseguire tutti i controlli necessari in quanto non ci sarà un’ulteriore proroga come quella occorsa fino al 1° gennaio 2019.

Pensioni: come non perdere i contributi

Veniamo ora alle procedure necessarie per non perdere questo tipo di contributi. I dipendenti pubblici, infatti, possono recarsi sul sito internet ufficiale dell’Inps, nel servizio denominato Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa Dipendenti Pubblici – RVPA –  grazie al quale è possibile segnalare gli errori e le problematiche legate all’estratto conto contributivo. L’unico modo per rimettere i conti in regola, infatti, consiste proprio nella segnalazione con la quale si può richiedere il giusto accredito dei contributi ex Inpdap. Per questo motivo, se avete dei dubbi in merito, è consigliabile recarsi sul sito Inps e verificare la situazione.

Vuoi essere il primo a candidarti?
Seguici su Facebook

Vuoi essere il primo a candidarti?

Iscriviti alla nostra newsletter, sarai tra i primi a conoscere le ultime offerte di lavoro!

Seleziona lista (o più di una):

Leggi la nostra Informativa sulla privacy

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!