Pensioni 2018, Boccia (Confindustria): “Non toccate la Legge Fornero”

Pensioni 2018: il Presidente di Confindustria, Vicenzo Boccia, ha detto la sua sulla situazione pensionistica italiana. A riportare le sue parole è stato l’Huffington Post. Boccia sarebbe preoccupato a causa dell’incertezza politica nella quale versa l’Italia in questi mesi, con la Lega e il M5S che non riescono a trovare un accordo per formare un Governo stabile e con la promessa dell’abolizione della legge Fornero, soprattutto da parte di Matteo Salvini che ancora una volta rilancia le intenzioni della Lega.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensioni 2018, Boccia: “Non toccate la Legge Fornero”

Il Presidente di Confindustria Vicenzo Boccia non sembra essere d’accordo con le proposte di Lega e M5S, in particolare con la possibile di cancellare la riforma Fornero, oltre alla situazione politica italiana ancora molto instabile. Come ha riportato l’Huffington Post: “Abbiamo le elezioni europee, Draghi scade e il Qe potrebbe essere contratto dal punto di vista quantitativo. Bisogna attrezzarsi per affrontare questo momento delicato, ritornando ai fondamentali che sono quelli della competitività dell’industria italiana ed europea. Bisogna intervenire sul cuneo fiscale, sui giovani, sulle infrastrutture“. Boccia ha poi parlato del Presidente di Confindustria Albanese e delle intezioni di quest’ultimo di avvicinare il suo paese all’Italia per quanto riguarda le riforme anche se “da noi invece si vogliono smontare Jobs Act, Industria 4.0 e la riforma delle pensioni, che gli altri ci copiano“.

Pensioni 2018: Salvini rilancia le proposte della Lega

Matteo Salvini della Lega ha recenemente pubblicato un video sul suo profilo Facebook nel quale rilancia tutte le proposte del partito portate avanti ormai dal 2016. Come si evince dal messaggio, infatti: “Le nostre proposte su immigrazione, pensioni e abolizione della legge Fornero, sostegno alle famiglie e alla natalità, rivoluzione fiscale con la tassa unica, difesa del Made in Italy. Coerenza e idee chiare, da anni, credo che alla fine paghino“. Nelle scorse ore Salvini ha anche richiesto a Mattarella di poter ricevere un pre-incarico, senza ritornare subito al voto, ma per la risposta bisogna attendere almeno fino a Venerdì.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!