Pensioni 2018: Fornero attacca Salvini, che chiede nuova trattativa a Di Maio

Pensioni 2018: sono giorni abbastanza caotici quelli della settimana appena iniziata. L’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero, durante la diretta a Radio Capital, ha ribadito i suoi timori e le preoccupazioni per un possibile Governo guidato da Matteo Salvini e dalla Lega, reo, secondo l’ex Ministro, di aver fatto promesse che non può mantenere. Nel frattempo, però, nonostante la chiusura di Luigi DI Maio che nei giorni scorsi aveva aperto al PD, Salvini apre a una nuova trattativa, soprattutto sul tema pensioni. Ecco la situazione.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensioni 2018: Elsa Fornero attacca Matteo Salvini

L’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero ha lasciato intendere di essere molto preoccupata per l’eventualità di un esecutivo guidato dalla Lega e, in particolare, da Matteo Salvini. L’attrito non sembra essere solo politico, ma anche personale, come riporta Today.it: “Salvini diceva in campagna elettorale di voler ‘abolire la Fornero’ e non la ‘riforma Fornero’ e questo già dà l’idea del suo livello. Ora dice che ci vuole tempo. Vada a spiegarlo a chi ha promesso di cancellare la riforma Fornero. Se non si può fare, una ragione ci sarà…“. Secondo Elsa Fornero l’ultima campagna elettorale è stato un vero e proprio calderone di illusioni: “Invece di usare la riforma per scannarsi e scannare me, bastava monitorarla e non trasformarla in strumento di propaganda politica“.

Pensioni 2018: Salvini apre a una nuova trattiva con Di Maio

In questo scenario critico, comunque, le speranze non sembrano morire mai. Nonostante la chiusura da parte del candidato primo ministro a cinque stelle Luigi Di Maio nei confronti della Lega, con conseguente e logica apertura al PD, Matteo Salvini è tornato sui suoi passi e aprendo un nuovo fronte nei confronti dei pentastellati nel tentativo di formare finalmente un Governo Lega-M5S. Come ha riportato l’Ansa, infatti, le parole di Salvini sarebbero inequivocabili: “Sono umilmente a disposizione da oggi pomeriggio, quando e dove si vuole, con chi si vuole, in diretta o non in diretta, a sederci attorno a un tavolo con il M5S partendo dalla riforma delle pensioni, del lavoro, del sistema fiscale, del sistema giudiziario, del sistema scolastico, punto per punti, senza professoroni, per decidere come si fanno queste riforme“.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!