Di Maio e la pensione di cittadinanza: “780 euro al mese per tutti i pensionati”

Continua il dibattito in merito al tema pensioni; durante la trasmissione L’Aria che Tira, a prendere parola è stato il candidato premier del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio, che ha enunciato una nuova proposta relativa alla possibilità di istituire una pensione di cittadinanza. Si tratterebbe di una sorta di sussidio, più che una pensione vera e propria, con molti punti ancora oscuri e da definire. Tra i punti della situazione pensioni, Di Maio aveva già lanciato una proposta, la Quota 41, ovvero la possibilità di andare in pensione dopo 41 anni indifferentemente dall’età.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensione di cittadinanza, Luigi Di Maio: “Almeno 780 euro al mese per tutti i pensionati”

La nuova proposta lanciata da Luigi Di Maio sarebbe dedicata a tutti i pensionati; a queste persone verrebbe quindi garantito una somma minima di almeno 780 euro al mese che si alzerebbe a 1170 per le coppie. La proposta, secondo quanto ha affermato il candidato premier cinque stelle durante la trasmissione L’Aria che Tira, sarebbe già stata inserita nel programma elettorale dei cinque stelle. Sempre durante il programma, Di Maio non ha risparmiato un’imbeccata a Berlusconi: “La flat tax la prometteva nel ’94. Quando vi suona uno alla porta che vi vende un’assicurazione la firmate perché credete che vi porti un vantaggio, ma poi se vi accorgete che è una truffa, la firmereste ancora? Credo di no, e invece siamo ancora dopo vent’anni a sentire queste proposte che non vengono attuate“.

Pensione di cittadinanza: Di Maio e il contratto che Berlusconi presentò nel 2001

Durante la trasmissione, Di Maio ha anche mostrato il contratto presentato da Berlusconi nel lontano 2001: “Qui ci sono le promesse che fece. Ora è venuto qui e ha fatto le stesse promesse“. Altra frecciatina è arrivata anche a seguito della proposta di Matteo Salvini, leader della Lega, di mandare in galera gli evasori fiscali: “Allora – ha risposto Luigi Di Maio – ha risolto il problema della leadership del centrodestra visto che Berlusconi è stato condannato per frode fiscale”.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!