Pensioni news, Monti su abrogazione Legge Fornero: “Politici ciarlatani”

Le principali forze politiche, anche in vista delle elezioni del 4 marzo 2018, dibattono sulla possibilità dell’abrogazione totale della Legge Fornero. A prendere parola durante la trasmissione di La7, questa volta, è l’ex Premier Mario Monti che ha sottolineato come la classe politica abbia votato a favore del provvedimento nel 2011, mettendo in luce i numerosi attacchi all’ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero: “La povera professoressa Fornero – ha spiegato Monti in diretta – ne paga ancora oggi la conseguenza. Vedo Cazzola che sta spiegando come sarebbe trasformata la vita del cittadino dai ciarlatani in campagna elettorale“.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensioni news, Monti: “Politici ciarlatani”

Lo stesso Mario Monti non ha risparmiato aspre critiche nei confronti delle principali forze politiche in gioco, durante la trasmissione su La7, definendole ciarlatani e sottolineando la sua approvazione e il sostegno nei confronti della Legge Fornero. Per l’economista, in questi giorni la politica sta cadendo in basso: “Meriterebbero che noi cittadini non andassimo a votare, ma non lo consiglio perché non è giusto. La legge Fornero e le altre riforme del mio Governo hanno contribuito a salvare l’Italia da una deriva greca, un nuovo Governo tecnico andrebbe evitato“. Anche l’attuale Ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha espresso il suo sostegno definendo l’abrogazione della Legge Fornero impraticabile.

Pensioni news: la replica di Renato Brunetta a Mario Monti

La replica di Renato Brunetta, onorevole di Forza Italia, non ha tardato ad arrivare e ha riservato aspre parole nei confronti del professore della Bocconi: “L’ex premier Mario Monti, ieri ospite di Floris a diMartedì, pontifica sulla politica italiana e sulle prossime elezioni dall’alto della sua comoda poltrona di senatore a vita. Monti commenta, argomenta, insulta i partiti impegnati in campagna elettorale (‘ciarlatani’), invita quasi i cittadini a disertare le urne. Un atteggiamento assurdo da parte di un ex presidente del Consiglio e da parte di un tecnico che cinque anni fa decise di fare politica fondando un partito tutto suo. Questa doppia morale di Monti è insopportabile. La scorsa campagna elettorale con lui protagonista andava bene, questa invece rappresenta una grande diseducazione civica“.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!