Pensioni notizie 2017: saltato accordo tra Governo e Sindacati su età pensionabile

Pensioni notizie 2017: in questi giorni sta continuando la trattativa fra il Governo Gentiloni e i sindacati in merito all’aumento dell’età pensionabile. Proprio ieri da parte della CGIL è stato chiarito che se non si fosse arrivati a un accordo entro breve termine, ci sarebbero state mobilitazioni. Ora anche tra i principali sindacati italiani sembra ci siano divergenze. CGIL, CISL e UIL potrebbero prendere strade diverse, ecco la situazione odierna.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensioni notizie 2017: sindacati proseguono su strade diverse

Nonostante fino a pochi giorni fa i tre principali sindacati italiani fossero d’accordo sulle richieste da opporre alle proposte del Governo Gentiloni sulla questione dell’età pensionabile, ora CGIL, CISL e UIL sembrano viaggiare su piani diversi. La UIL è in procinto di valutare le decisioni, mentre la CGIL ha rifiutato in toto i punti presentati dall’esecutivo. Solo la CISL sembrerebbe aver accolto le proposte presentate lo scorso 13 novembre da Palazzo Chigi. Il prossimo sabato tutte le parti saranno a confronto sulla proposta scritta da parte dall’esecutivo e a fare da mediatore sarà ancora Carmelo Barbagallo.

Pensioni notizie 2017: le proposte del Governo Gentiloni

Nel frattempo si avvicina la data stabilità, durante la quale i sindacati siederanno ancora una volta al tavolo delle trattative al fine di valutare le proposte del Governo Gentiloni sull’aumento dell’età pensionabile, in particolare sul blocco per le famose quindici categorie di lavori considerati gravosi, sul nuovo calcolo della speranza di vita e sulla commissione che dovrebbe operare su tutti i cambiamenti in corso. I sindacati, però, ora sono divisi e la CGIL proprio ieri ha minacciato nuove mobilitazioni se non si raggiungono gli accordi sperati entro il prossimo mese.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!