Pensioni novità 2017: rialzo età pensionabile, accordo tra Governo e sindacati ancora lontano

Pensioni novità 2017: negli ultimi mesi uno dei temi più scottanti riguarda la possibilità di alzare l’età pensionabile a 67 anni entro il 2019. Una manovra, quella dell’attuale Governo Gentiloni, contro la quale sia i sindacati che i vari comitati si sono subito opposti. Anche Annamaria Furlan della Cisl ha definito questa possibilità ‘inimmaginabile’; lavorare fino ai 70 anni per via dell’aumento dell’aspettativa di vita potrebbe diventare una realtà negli anni a venire.

->CLICCA QUI PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO SUL MONDO DELLE PENSIONI

Pensioni novità 2017: il Ministro Poletti prende tempo

Attualmente, l’età minima pensionabile è fissata a 65 anni e 7 mesi. Con il provvedimento ancora al vaglio dell’esecutivo, la situazione potrebbe cambiare drasticamente. In questi giorni, dopo la pausa estiva, si è tornati a parlare di rialzo dell’età pensionabile anche in virtù dell’incontro tenutosi tra Governo e sindacati presso il Ministero del Lavoro. In particolare, i sindacati chiedono di velocizzare la situazione, mentre il Governo sta ancora prendendo tempo. Lo stesso Ministro Poletti ha affermato di voler attendere la pubblicazione degli ultimi dati ISTAT sulla situazione, prima di andare avanti con le trattative.

Pensioni novità 2017: accordo tra Governo e sindacati ancora lontano

Entrambe le parti, comunque, non hanno ancora trovato un accordo che soddisfi entrambi. Il Governo prende tempo, mentre i sindacati vogliono una decisione chiara e definitiva. Susanna Camusso, segretaria generale della CGIL, ha chiarito: “Bloccare l’avanzamento dei requisiti pensionistici è un punto fondamentale, ma c’è un’ampia reticenza a mettere all’ordine del giorno il tema“. CGIL, CISL e UIL, comunque, sono d’accordo sull’affermare che bisogna “superare un meccanismo che pesa due volte in termini di allungamento dell’età e abbassamento dei rendimenti”. La situazione, quindi, è ancora tutta da vedere.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!