Come scrivere una lettera di presentazione per lavoro: i consigli da seguire

Il curriculum vitae è il nostro biglietto da visita: ci identifica, ci presenta e ci fa conoscere al datore di lavoro. È una piccola parte della nostra vita con cui ci interfacciamo nel mondo del business. Sempre più spesso, oltre a questo documento se ne affianca un altro: la lettera di presentazione. Non si tratta di un’azione obbligatoria, ma di una piccola anteprima delle nostre capacità e delle nostre aspirazioni. È uno strumento importantissimo che ci aiuta ad attirare l’attenzione in modo professionale. Ecco tutti i consigli utili su come scriverne una efficace.

Le informazioni da inserire

Una lettera di presentazione è come un condensato di tutti quegli aspetti che vi renderebbero subito rilevanti durante una selezione. Un assaggio delle vostre capacità. Per questi motivi bisogna curarla in ogni minimo dettaglio. Lo stile di scrittura deve essere formale, evitando parole troppo tecniche o ampollose, altrimenti si rischia di sembrare pedanti e noiosi. In poche parole: dovete pensarla credendo di parlare con un bambino e scriverla pensando di comunicare con un adulto. Come potete capire, scrivere una lettera di presentazione può essere più complicato del previsto. Cominciamo dalle informazioni base: nome e cognome, età, luogo di residenza e posizione per la quale ci si vuole candidare. Poche righe che faranno capire al selezionatore chi siete e cosa state cercando. Dopo l’incipit descrittivo, potete passare ai motivi per i quali avete scelto l’azienda e, soprattutto, il ruolo per il quale vi state candidando.

Errori da non commettere

Un’azione da non fare mai, invece, è quella del classico copia e incolla: i selezionatori, così come le aziende, non sono tutti uguali, per questo motivo la lettera di presentazione dev’essere personalizzata per ogni offerta di lavoro. La lettera di presentazione non deve essere troppo lunga, bastano un centinaio di caratteri. Una presentazione troppo lunga non verrà mai letta tutta a causa dei tempi di ricerca dei selezionatori, mentre una lettera troppo corta non invoglia a continuare per dare un’occhiata al curriculum vitae, il vero obiettivo. Una volta redatta, altro errore da non commettere mai è quello di inviare senza aver prima controllato possibili errori grammaticali e piccoli refusi.

Invio

Ora avete creato la vostra anteprima per il curriculum vitae, avete inserito tutte le informazioni necessarie per far capire ai selezionatori chi siete e per quale ruolo vi candidate e volete spedirla allegandola al curriculum. In questo caso è molto semplice in quanto tutti i siti internet delle aziende e quelli dedicati alla ricerca del lavoro, mettono a disposizione un form dove poter scrivere la lettera di presentazione che andrà poi a unirsi al curriculum vitae. Non dovrete fare altro che scriverla nello spazio apposito seguendo tutti i consigli indicati in questo articolo.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Un pensiero riguardo “Come scrivere una lettera di presentazione per lavoro: i consigli da seguire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!