Riforma pensioni: arriva il divieto di lavoro o cumulo con la Quota 100

Dopo la nota di aggiornamento del Def, bocciata in toto dall’Unione Europea, negli ultimi giorni arrivano nuovi dettagli sulla riforma pensioni che il Governo Conte intende attuare a partire dal prossimo gennaio. Nei giorni scorsi, il vicepremier e Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha ribadito quello che sarà l’obiettivo finale della controriforma: attuare la modifica della Quota 41, questo però avverrà solo sul lungo periodo, almeno nel 2020 e bisognerà cominciare proprio dalla Quota 100 per superare la legge Fornero. Per l’Opzione Donna, invece, la proroga è praticamente sicura, ma spuntano nuovi dettagli per far fronte al ricambio generazionale e alla spesa.

Riforma pensioni: divieto di cumulo con la Quota 100

Come ha riportato Il Messaggero, è possibile che con l’introduzione della Quota 100, che avverrà, con ogni probabilità, assieme ai paletti dei 62 anni di età e 38 anni di contributi, si potrebbe tornare indietro al 2009. In quale modo? L’idea di base consisterebbe nel vietare a coloro che vanno in pensione con la Quota 100 di fare altri lavori allo scopo di arrotondare l’assegno previdenziale. Come riferisce il quotidiano, però, non sono state prese decisioni per ora sul cumulo e dunque non si sa se sarà assoluto o se entrerà in gioco una sorta di penalizzazione come in passato. Bisogna tenere conto del fatto che l’obiettivo dell’esecutivo è il ricambio generazionale e la possibilità di fornire lavoro ai giovani.

Riforma pensioni: aprire il mercato del lavoro ai giovani

La nuova manovra sembra essere pensata soprattutto per i giovani e per combattere la disoccupazione giovanile nel breve periodo. Secondo le stime, la nuova riforma dovrebbe comportare l’assunzione di un lavoratore ogni due pensionati; in altre parole, con il divieto di cumulo, si vuole combattere quel fenomeno delle aziende che licenziano i propri dipendenti per poi riassumerli da pensionati con costi molto ridotti. I vantaggi potrebbero essere almeno due: il contrasto alla bassa natalità e la riduzione della disoccupazione giovanile.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter, sarai tra i primi a conoscere le ultime news!

Seleziona lista (o più di una):

Leggi la nostra Informativa sulla privacy

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

2 pensieri riguardo “Riforma pensioni: arriva il divieto di lavoro o cumulo con la Quota 100

  • ottobre 7, 2018 in 3:17 pm
    Permalink

    Scusi da quale fonte ha appreso la notizia di una conferma della proroga opzione donna? Le ultime informazioni, diffuse dell’onorevole Di Maio, sulla proroga risalgono al 29 settembre.In particolare il ministro ha detto che è all’analisi del Mef.

    Risposta
    • ottobre 7, 2018 in 3:33 pm
      Permalink

      Salve Patrizia,
      Dove ha letto nell’articolo che Opzione Donna è stata confermata? Abbiamo scritto che è ‘praticamente sicura’ in quanto presente nel contratto di Governo firmato sia da Salvini che da Di Maio. Ora si attende l’inserimento in Legge di Bilancio 2019, ma è probabile che subirà delle modifiche.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!