Pensioni: Quota 100 e reddito di cittadinanza, dal Def cosa ci sarà in Manovra

I nuovi parametri delle pensioni a Quota 100 sarebbero stati ridefiniti con l’aggiornamento del Def. Durante il consiglio dei ministri tenutosi a Palazzo Chigi e a seguito della riunione politica fra i due vicepremier e il Ministro dell’Economia, Giovanni Tria, i fondi sarebbero stati trovati e il Governo si avvierebbe così verso l’introduzione della Quota 100 per superare la legge Fornero e il reddito di cittadinanza. L’aggiornamento del documento di economia e finanza sta destato scalpore e molte polemiche nelle ultime ore, con lo spread schizzato a 260 punti e Piazza Affari che apre al -2 per cento.

Pensioni: aggiornato il Def

All’interno del Def è presente la Manovra che il Governo gialloverde intende operare in tema pensioni e sostegno alla povertà. Dopo un testa e testa fra i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio con il Ministro dell’Economia Giovanni Tria, la decisione è stata quella di alzare il rapporto Debito/Pil al 2,4 per cento per i prossimi tre anni, una strada molto rischiosa e che fa già sentire i suoi effetti questa mattina sui mercati. Per il reddito di cittadinanza sarebbero stati trovati almeno 10 miliardi, soldi che dovrebbero andare anche alla riforme dei centri per l’impiego. Anche la pensione di cittadinanza rientrerebbe nella Manovra, come ha sostenuto Luigi Di Maio: “Con il superamento della legge Fornero, chi ha lavorato una vita può finalmente andare in pensione liberando posti di lavoro per i nostri giovani“.

Pensioni: cosa ci sarà nella Manovra

Aumentando il deficit, l’esecutivo avrà a disposizione le finanze necessarie per una manovra in grado di sostenere Quota 100, pensione di cittadinanza e una mini flat tax. Andando a vedere più nel dettaglio, i cambiamenti dal 2019 potrebbero essere i seguenti:

  • Pensione di cittadinanza: aumento a 780 euro dal 1° gennaio 2019. Come ha sottolineato il vicepremier Di Maio: “Tutti coloro che vivono sotto la soglia di povertà dovranno arrivare a 780 euro. Qualcuno ha il coraggio di opporsi a questa cosa? Avere una pensione per sopravvivere un intero mese è un principio di civiltà“.
  • Riforma delle pensioni: superamento della legge Fornero con l’introduzione della Quota 100. In questo caso ci sono due possibilità: introduzione della Quota 100 con il ricalcolo contributivo a partire dal 1996 oppure penalizzazione dell’1,5 per cento per ogni anno di anticipo sulla pensione. Gli aspiranti pensionati potranno scegliere se rimenere a lavoro per qualche anno o uscire prima da mercato, ma con un assegno pensionistico più basso. Rimane ancora oscuro il punto sulla soglia di età per accedere alla pensione.
  • Reddito di cittadinanza: prenderà il via dal mese di marzo 2019. Di Maio, in merito, ha specificato: “Da metà marzo 2019 sarà avviata la riforma dei centri per l’impiego. L’assegno sarà di 780 euro e finora il M5s ha sempre smentito le varie ipotesi di un reddito light destinato magari ad una platea ristretta di persone“

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter, sarai tra i primi a conoscere le ultime news!

Seleziona lista (o più di una):

Leggi la nostra Informativa sulla privacy

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!