Come trovare lavoro in Australia: siti, documenti, visto e affitti

Come trovare lavoro in Australia? Ormai moltissimi giovani scelgono questo paese per fare esperienza all’estero o, semplicemente, per trovare lavoro al di fuori dell’Italia. Non solo Sidney, ci sono anche molte altre mete interessati, come Canberra, Brisbane, Newcastle. Se il vostro sogno è trovare un impiego in questo bellissimo paese, ma non avete idea di come muovervi, qui di seguito trovate una guida completa per capire come trovare una casa, un lavoro e come procurarsi i visti necessari per la permanenza legale sul territorio.

Siti web per trovare lavoro in Australia

Prima di tutto, è necessario capire quale tipo di lavoro volete fare e per raggiungere tale scopo basta il sito internet Australian Jobs. All’interno è presente un file Pdf che potete scaricare e che viene costantemente aggiornato con tutte le tipologie di lavoro più ricercate dell’anno. Per farlo vi basterà cliccare sul collegamento che si trova sotto View this document as. Potete anche richiederlo in versione cartacea al seguente indirizzo e-mail: AustralianJobs@jobs.gov.au. Dopo aver capito quale lavoro potrebbe fare al caso vostro è il momento giusto per cercare annunci di lavoro. In questo caso possono tornarvi utili i siti internet più famosi: Adzuna, Seek, CarrerOne sono i più utilizzati, ma esiste anche un sito internet dedicato ai giovani, chiamato Youth. Inoltre, potete recarvi anche su quello governativo Australian JobSearch.

Il permesso di soggiorno

Dovete sapere che in Australia non è sufficiente un semplice permesso di soggiorno per poter lavorare. Quello che vi serve è un vero e proprio permesso di lavoro poiché farlo con un visto turistico è illegale e potrebbe mettervi nei guai. Partiamo dai più giovani:

  • Per gli under 31 è possibile utilizzare la Working Holiday Visa: il costo è di 365 dollari australiani e dura un anno; in questo modo potete lavorare in qualsiasi settore e avere qualsiasi tipo di forma contrattuale a una sola condizione, non avere lo stesso datore di lavoro per un periodo superiore ai sei mesi. Per approfondire tutti gli aspetti potete recarvi sul sito del Governo.
  • Temporary Visa: questo permesso vi consente di lavorare per un breve periodo di tempo in Australia e per poterlo richiedere è necessario avere già un contratto con il datore di lavoro nel paese. La sua durata è di 4 anni.
  • Skilled Migration Visa: si tratta di un permesso di lavoro rilasciato dal Governo e a sua sola discrezione. Vi permette di lavorare per un periodo lungo e sono necessari specifici requisiti basati su di un sistema a punteggio.

Trovare casa in Australia

Dopo aver seguito tutti questi passi, è arrivato il momento di trovare una sistemazione in Australia. Dovete sapere che gli affitti sono generalmente molto cari nel paese, con monolocali in centro che possono arrivare anche a 1800 dollari australiani al mese. I locali possono essere affittati tramite privati ed esistono diversi giornali online che possono aiutarvi nell’impresa. Le sezioni da cercare si chiamano Accomodation e To Let e l’affitto si paga, di norma, ogni due settimane. Alcuni siti utili che possono aiutarvi in questa ricerca sono FlatMates, Gumtree e EastRoomMattes.

Contratto di lavoro in Australia

Ora vieniamo alle tipologie di contratti lavorativi. In questa nazione ne esistono fondamentalmente tre:

  • Il contratto a tempo pieno: stabilisce almeno 38 ore di lavoro a settimana e possono essere aggiunti gli straordinari
  • Il contratto part-time: il numero di ore lavortive a settimana è inferiore alle 38
  • I contratti occasionali: questi contratti propongono orari flessibili e non si ha diritto ai benefit aziendali. L’orario di lavoro, in questo caso, lo stabilisce il datore di lavoro

Per avere un’idea generale di come funzionano le retribuzioni in Australia e per conoscere tutti i dettagli dei contratti di lavoro, vi consigliamo di sul sito Calcolatore Nazionale della Retribuzione.

Assicurazione sanitaria in Australia

Veniamo poi all’ultimo punto, ma non meno importante degli altri: l’assicurazione sanitaria. Dovete sapere che in questo paese è obbligatoria e privata. È necessario stipularla dunque, ma è possibile rientrare in situazioni nelle quali risulta gratuita. Può succedere con il permesso di lavoro Working Holiday Visa: ha una durata di sei mesi e se ne possono aggiungere altri sei se si esce e rientra nella nazione. Per poter effettuare l’iscrizione e approfondire l’argomento, vi consigliamo di recarvi sul sito Medicare, la controparte delle nostre Asl.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!