Pensioni 2018, intesa Lega-M5S: nell’accordo uscita a 64 anni e Quota 100

Condividi l'articolo sui social

Pensioni 2018: uno dei punti principali del possibile accordo tra Lega e M5S è senza dubbio quello relativo al tema pensioni. In questi mesi entrambi i partiti si sono trovati in accordo sull’idea di abolire la riforma Fornero o di superarla gradualmente nonostante i moniti lanciati dai diversi enti, dalla Commissione Europea e dallo stesso presidente dell’Inps Tito Boeri, oltre che dall’ex ministro Elsa Fornero. Questa volta, però, in ballo potrebbero esserci l’uscita dal lavoro a 64 anni e l’introduzione della Quota 100. Vediamo i dettagli.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI

Pensioni 2018: potrebbero esserci nuovi modifiche sul tema pensioni

Tra le tante indiscrezioni e ipotesi trapelate in queste ore, quelle che circolano maggiormente sul web affermano che potrebbe esserci in trattativa la possibilità di introdurre la Quota 100 che consiste nel sommare gli anni di contributi con quelli anagrafici. In questo modo l’età minima per andare in pensione sarebbe fissata a 64 anni nel caso in cui fossero stati versati almeno 36 anni di contributi. Per coloro i quali invece hanno versato 41 anni di contributi, con due di questi figurativi, si potrebbe uscire dal mercato del lavoro a qualsiasi età, indipendentemente dall’età anagrafica.

Pensioni 2018: aspettativa di vita rimane

Al contrario, invece, il criterio basato sull’aspetttiva di vita potrebbe rimanere valido. Inoltre, potrebbe essere fissato un tetto massimo per la spesa pensionistica annuale fissato a 5 miliardi di euro; in questo modo si potrebbero superare i tetti massimi fissati dall’attuale legge Fornero. In questo scenario, dunque, non a tutti sarà possibile raggiungere il pensionamento, ma potrebbero entrare in gioco nuove prospettive e si potrebbe aprire la strada ad altre riforme più equilibrate, anche se, come ormai molti sostengono, abolire la riforma Fornero potrebbe essere molto più complesso di ciò che i due leader politici immaginano.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!