Pensioni notizie, sindacati divisi, CGIL: “Mobilitazione per il 2 dicembre”

Condividi l'articolo sui social

Pensioni notizie: il Governo Gentiloni spinge per avere un’intesa con i sindacati in merito alla questione pensioni, ma i secondo sono ancora divisi. Da parte della CGIL, infatti, vi è il blocco totale e la stessa Susanna Camusso riconosce gravi insufficienze sulle proposte, per questo motivo il 2 dicembre prossimo potrebbe verificarsi una nuova mobilitazione. Per la CISL, invece, la situazione è favorevole e positiva, mentre per la UIL è stato fatto tutto il possibile fino a questo momento.

->SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SU PENSIONI, QUOTA 41, APE SOCIAL, PRECOCI E OPZIONE DONNA

Pensioni notizie: l’Esecutivo ha presento il documento di sintesi a CGIL, CISL e UIL

L’Esecutivo ha presentato oggi il documento di sintesi relativo alle ultime proposte sulle pensioni ai principali sindacati italiani. Come ha affermato il Premier Gentiloni durante il secondo incontro: “Molto rilevante e sostenibile. Dal nostro punto di vista è un buon risultato. Un risultato di cui la condivisione del mondo sindacale è requisito importante. Parliamo spesso dell’importanza del dialogo con le parti sociali, un dialogo che è forte quando produce risultati. Siamo convinti che nell’ambito di una Legge di Bilancio che già, pur con risorse limitate, viene incontro a numerose esigenze sociali e espresse dal mondo del lavoro, abbiamo messo insieme in queste tre settimane un pacchetto di misure molto rilevante e sostenibile. Più sostegno il pacchetto avrà dalle forze sindacali più sarà forte nel trovare spazio compiuto nella Legge di Bilancio“.

Pensioni notizie: CGIL contro il Governo, pronta la mobilitazione per il 2 dicembre

Fra i tre principali sindacati italiani permangono gli attriti ed è proprio la CGIL a bocciare le proposte del Governo Gentiloni in merito a pensione anticipata, calcolo della speranza di vita e adeguamento dell’età pensionabile. Per sabato, quindi, si prevedono diverse manifestazioni sul territorio italiano, compresa Roma: “Confermo il giudizio di grande insufficienza. Le distanze che ci sono tra le proposte e gli impegni assunti sono evidenti” ha concluso la segretaria generale della CGIL Susanna Camusso. Per il 2 dicembre, quindi, sarebbe prevista una nuova mobilitazione.

© Tutti i diritti riservati. È vietata ogni forma di riproduzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!